LA SOCIETA' TORRE DI GUARDIA DEI TESTIMONI DI GEOVA

Un aiuto per chi rischia di cadere nella trappola del geovismo

Scarica l'opuscolo

 

 

Chi sono i Testimoni di Geova?

I Testimoni di Geova sono un movimento religioso [che si definisce] "cristiano", teocratico, millenarista e restaurazionista; originariamente soprannominati "Studenti Biblici", derivano dalla congregazione di un gruppo di studenti della Bibbia fondata nel 1870 in Pennsylvania (USA) da Charles Taze Russell, e sostengono di praticare il ripristinato cristianesimo del I secolo. Secondo il rapporto del “Corpo Direttivo” (cioè i vertici della Società, NdR), al 2018, sono più di otto milioni i Testimoni di Geova attivi in tutto il mondo.* I Testimoni di Geova aderiscono ad una Società registrata nel 1884 sotto il marchio della Watch Tower Bible and Tract Society of Pennsylvania (Società Torre di Guardia). Non hanno alcuna libertà di pensiero e non possono agire contrariamente o dissentire a ciò che il “Corpo Direttivo” stabilisce come modello comportamentale da seguire. Non sono autorizzati a manifestare vere e proprie emozioni poiché indottrinati a seguire uno schema meccanico che tocca ogni aspetto della loro vita inclusa ogni relazione interpersonale con qualsivoglia individuo. I Testimoni sono scrupolosamente selettivi in ogni cosa. Non hanno piena libertà di scelta in fatto di gusti personali, poiché obbligati ad attenersi alle regole stabilite dai loro vertici.

Cos’è la Società Torre di Guardia?

La Società Torre di Guardia (in inglese Watch Tower Bible and Tract Society of Pennsylvania, traducibile come "Società Torre di Guardia di Bibbie e Trattati della Pennsylvania"), è il principale soggetto giuridico utilizzato dai Testimoni di Geova. La Sede Centrale si trova a Warwick, nello stato di New York, dove le varie congregazioni locali dei Testimoni inviano i rapporti sull'opera di predicazione svolta da oltre otto milioni di fedeli, presenti in oltre duecento nazioni.* Inoltre alla Sede Centrale affluisce tutto il denaro che i fedeli inviano sotto forma di “contribuzioni volontarie”.

*Fonte: Wikipedia

Hai già conosciuto i Testimoni di Geova?

Se è così, probabilmente hai incontrato di recente i Testimoni di Geova, col quale apparentemente hai intrattenuto una “piacevole” conversazione e che, Bibbia alla mano, hanno dato una risposta soddisfacente a tutte le tue domande [1]. Probabilmente si sono offerti di studiare “gratuitamente” [2] la Bibbia con te o ti è stata proposta una nuova visita per dare risposta ad ulteriori domande. Forse ti sei sentito/a attratto/a dalla loro “cordialità”. In ogni caso sappi che dietro a tutta questa “cordialità” c’è una lunga esperienza, poiché la Società a cui aderiscono li addestra per fare “seguaci”. Infatti frequentano una scuola chiamata “Scuola di Ministero Teocratico”.

Ovviamente, frequentarli e/o studiare la Bibbia con loro è una tua scelta personale, e come tale va rispettata, ma sappi, gentile lettore, che non appena accetterai un corso biblico “gratuito” [2] con i Testimoni, man mano che proseguirai nello studio, ti verranno prescritti dei divieti assurdi e stabiliranno delle regole precise che coinvolgeranno ogni aspetto della tua vita privata. Dovrai inoltre sostituire interamente il tuo modo di ragionare con quello stabilito dalla Società. Ogni tuo comportamento, pubblico o privato che sia, sarà controllato [3], esaminato attentamente e giudicato secondo le regole interne. Sappi inoltre che col trascorrere del tempo non avrai più libertà di parola e di pensiero e ogni aspetto della tua vita sarà programmato, disposto e gestito dalla Società Torre di Guardia.

Hai già iniziato un corso biblico con i Testimoni di Geova?

Gentile lettore, non appena gli anziani di congregazione [4] ti riterranno idoneo per la predicazione di casa in casa [5] e ti battezzerai, è necessario che tu sappia che i tuoi pensieri e le tue azioni se non saranno adeguatamente conformi alle regole interne e non ubbidirai pienamente a tutto ciò che i dirigenti della Watchtower (Corpo Direttivo) [6] disporranno di farti fare, sappi, gentile lettore, che ti chiameranno a comparire nei loro tribunali interni (Comitati Giudiziari) [7], sarai giudicato e umiliato pubblicamente ed infine allontanato dalla congregazione tramite un processo chiamato “disassociazione”. Da quel momento in poi nessun Testimone ti rivolgerà più la parola e arriveranno persino a negarti il saluto! [8]

Quali sono i divieti che ti verranno imposti?

Quello che segue è un “breve” [9] elenco di ciò che i Testimoni di Geova ti vieteranno e che toccherà ogni aspetto della tua vita. Se hai già iniziato uno studio biblico con i Testimoni, con il tempo potrai verificare personalmente la sincerità di questo elenco [10].

Abbigliamento: [11]

  • Non è possibile indossare abiti attillati (aderenti) o semi-trasparenti 

  • Non è possibile indossare abiti che ritraggono bandiere o personaggi politici 

  • Non è possibile indossare abiti che ritraggono teschi, idoli, immagini sacre e simboli 

  • Non è possibile indossare abiti che mostrano immagini di nudo o immoralità 

  • Non è possibile indossare minigonne o pantaloncini toppo corti 

  • Non è possibile indossare maglie con evidente scollatura all’altezza del seno 

  • Non è possibile indossare blue-jeans con evidenti strappi sul tessuto 

 

Abbigliamento per le adunanze:

​​

  • Non è possibile indossare abiti casual (t-shirt, blue-jeans, felpe, tute, ecc.) 

  • Non è possibile indossare abiti attillati (aderenti) o semi-trasparenti 

  • Non è possibile indossare abiti che ritraggono bandiere o personaggi politici 

  • Non è possibile indossare abiti che ritraggono teschi, idoli, immagini sacre e simboli 

  • Non è possibile indossare abiti che mostrano immagini di nudo o immoralità 

  • Non è possibile indossare maglie con evidente scollatura all’altezza del seno 

  • Non è possibile indossare scarpe da ginnastica 

  • Non è possibile indossare gonne troppo corte 

  • Non è possibile indossare cravatte, giacche o pantaloni con colori troppo accesi [12]

  • Non è possibile indossare cravatte o camicie con personaggi dei cartoni animati [13]

  • Non è possibile indossare mocassini [14]

  • Non è possibile frequentare le adunanze senza cravatta [15]

  • Le donne non possono indossare troppi gioielli [16]

  • Non è possibile mostrare l’ombelico, i fianchi o le ginocchia alle adunanze [17]

 

Estetica e igiene personale:

  • Non è possibile portare acconciature "mondane" [18]

  • Non è possibile portare la barba o il pizzetto [19]

  • Non è possibile fare le meches ai capelli [20]

  • Non è possibile applicare tinture troppo colorate [20]

  • Le donne non possono portare i capelli corti o rasati [21]

  • Gli uomini non possono portare i capelli lunghi [21]

  • Non è possibile indossare piercing [22]

  • Non è possibile fare tatuaggi [23]

  • Non è possibile indossare occhiali da sole durante le adunanze e in servizio [24]

 

Vita privata:

  • Non è possibile vivere in un appartamento sporco e/o in disordine [25]

  • Non è possibile trascurare troppo gli esterni della propria abitazione [25]

  • Non è possibile possedere o acquistare bandiere e/o tessere elettorali [26]

  • Non è possibile possedere o acquistare oggetti esoterici e/o materiale occulto [27]

  • Non è possibile possedere o acquistare oggetti legati alla superstizione [28]

  • Non è possibile possedere o acquistare crocifissi, immagini o altri simboli religiosi [29]

  • Non è possibile interpretare un sogno [30]

  • Non è possibile ascoltare musica ad alto volume  [31]

  • Non è possibile possedere o acquistare armi da fuoco o da taglio [32]

  • Non è possibile possedere, acquistare o esporre maschere in casa [33]

 

Svago, divertimento:

  • Non è possibile frequentare discoteche o locali notturni [34]

  • Non è possibile partecipare o organizzare compleanni, onomastici ed altre ricorrenze [35]

  • Non è possibile partecipare a tradizioni quali ad esempio il Natale e la Pasqua [36]

  • Non è possibile brindare ed esclamare “cin cin!” [37]

  • Non è possibile lanciare il riso durante un matrimonio [38]

  • Non è possibile ascoltare musica reggaeton, hip hop, rap e musica latino americana [39]

  • Non è possibile ascoltare brani musicali con testi violenti e/o immorali [40]

  • Non è possibile leggere e possedere riviste porno o romanzi a sfondo erotico [41]

  • Non è possibile leggere e possedere riviste di gossip [42]

  • Non è possibile guardare telenovele alla TV [43]

  • Non è possibile guardare film violenti, religiosi, e erotici alla TV o al cinema [44]

  • Non è possibile sostenere eccessivamente un atleta o una squadra sportiva [45]

  • Non è possibile giocare troppo ai videogames [46]

  • Non è possibile giocare a videogames violenti e/o immorali [47]

  • Non è possibile trascorrere troppo tempo navigando in Internet [48]

  • Non è possibile utilizzare frequentemente i social network [49]

  • I giocattoli non possono raffigurare personaggi violenti, maghi o principesse [50]

  • Non è possibile praticare lo spiritismo [51]

  • Non è possibile scommettere denaro o giocare alle slot machine [52]

 

Salute e benessere:

  • Non è possibile fumare [53]

  • Non è possibile ubriacarsi [54]

  • Non è possibile accettare trasfusioni di sangue (nemmeno per i minori) [55]

  • Non è possibile ingerire sangue di origine umana o animale [56]

  • Non è possibile assumere farmaci a base di nicotina [57]

  • Non è possibile mangiare con avidità [58]

  • Non è possibile dire “salute!” dopo uno starnuto [59]

 

Attività sportive:

  • ​Non è possibile praticare sport violenti come ad esempio il pugilato e il karate [60]

  • Non è possibile uccidere animali per sport [61]

  • Non è possibile praticare sport estremi come ad esempio il paracadutismo [62]

  • Non è possibile fare carriera in uno sport, ad esempio come calciatore [63]

 

Scuola e lavoro:

  • Non è possibile avviare qualunque carriera lavorativa [64]

  • Non è possibile iscriversi all’università [65]

  • I bambini ed i ragazzi non possono partecipare a varie feste ed attività scolastiche [66]

  • Non è possibile iscrivere i propri figli ad istituti o attività ricreative [67]

  • Non è possibile fare carriera nel mondo dello spettacolo [68]

  • Non è possibile lavorare come animatore o organizzatore di eventi [69]

 

Politica e società:

  • ​Non è possibile stringere amicizia con persone che non sono Testimoni di Geova [70]

  • Non è possibile fidanzarsi con persone che non sono Testimoni di Geova [71]

  • Non è possibile sposare persone che non sono Testimoni di Geova [72]

  • Non è possibile frequentare ex-Testimoni di Geova dissociati o disassociati [73]

  • Non è possibile lavorare per enti, culti o organizzazioni religiose [74]

  • Non è possibile svolgere il servizio militare e/o sostenere attività militari [75]

  • Non è possibile votare [76]

  • Non è possibile iscriversi ad un partito politico o candidarsi [76]

  • Non è possibile fare progetti a lungo termine poiché la fine è prossima… [77]

  • Non è possibile fare il saluto alla bandiera o cantare inni nazionali [78]

  • Non è possibile donare denaro in beneficienza ad istituti, enti e associazioni benefiche [79]

 

Sesso:

  • ​Non è possibile consumare un rapporto sessuale adulterino [80]

  • Non è possibile consumare un rapporto sessuale con persone dello stesso sesso [81]

  • Non è possibile praticare l’omofilia o frequentare gli omosessuali [82]

  • Non è possibile praticare rapporti sessuali contro natura [83]

  • Non è possibile praticare un rapporto sessuale del tipo anale e/o orale [84]

  • Non è possibile praticare il kamasutra con il proprio partner [85]

  • Non è possibile masturbarsi poiché considerato “atto impuro” [86]

 

Durante le adunanze:

​​​​

  • Non è possibile disubbidire ai “consigli” degli anziani di congregazione (pastori) [87]

  • Non è possibile pronunciare discorsi dal podio senza attenersi agli schemi [88]

  • Non è possibile criticare le pubblicazioni o le direttive della Società [89]

  • Non è possibile esprimere dubbi sulle dottrine insegnate dalla Società [90]

  • Non è possibile utilizzare una Bibbia diversa dalla quella fornita dalla Società [91]

  • Non è possibile portare con sé libri o riviste diverse da quelle distribuite dalla Società [91]

  • Non è possibile nascondere un peccato grave agli anziani di congregazione (pastori) [92]

  • Non è possibile saltare troppe adunanze o arrivare in ritardo [93]

  • Non è possibile partecipare impreparati e/o con le pubblicazioni non sottolineate [94]

Note:

[1] Per dare una risposta convincente ad ogni domanda, i Testimoni si avvalgono di ausili, cioè pubblicazioni di supporto distribuite dalla Società Torre di Guardia per i soli proclamatori. A tal proposito, possiamo citare il “Ragioniamo facendo uso delle Scritture” edito in Italia nel 1990 e l’ausilio “Introduzione alla Parola di Dio” edito in Italia nel 2014 (oggi integrato in ogni copia della loro Bibbia).

[2] Il termine “gratuito” è spesso citato dai Testimoni allo scopo di proporre uno studio biblico a persone interessate. In realtà funge da “specchietto per le allodole” per convincere le persone interessate ad accettare uno studio. Trascorsi alcuni mesi la persona indottrinata comincerà a versare le sue prime “contribuzioni volontarie” alla Società.

[3] Nel caso che si presuppone ci siano comportamenti errati da parte di un proclamatore, vengono avviate delle indagini interne. Esperienze passate narrano di casi estremi come pedinamenti, telefonate anonime, tranelli, pressioni psicologiche, interrogatori e registrazioni audio / video da parte degli anziani di congregazione. Il tutto all’insaputa (o quasi) del proclamatore.

[4] Gli anziani di congregazione sono coloro che sono autorizzati dalla Società per prendere direttive all’interno di una congregazione locale. Possono stabilire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato per ogni proclamatore, gestiscono ogni aspetto organizzativo e teocratico della congregazione, visionano i rapporti di servizio di campo, distribuiscono i territori da percorrere durante il servizio, analizzano ogni aspetto privato dei proclamatori, compresi i loro gusti personali e inoltre possono visionare, dal sito ufficiale, documenti confidenziali (di solito circolari Betel) di cui ne nascondono accuratamente l’esistenza ai proclamatori. I loro assistenti sono i “servitori di ministero”, proclamatori che svolgono varie faccende all’interno della congregazione.

[5] Per essere idonei alla predicazione di casa in casa sono richiesti alcuni requisiti. Per i requisiti da soddisfare si veda il libro “Organizzati per fare la volontà di Geova” edito in Italia nel 2015, pagg. 68-70.

[6] Il “Corpo Direttivo” dei Testimoni di Geova è un gruppo composto attualmente da 8 persone o “unti” che dirigono l’organizzazione a livello mondiale. Operano dalla Sede Centrale, società registrata nel 1884 sotto il nome di “Watch Tower Bible and Tract Society of Pennsylvania” e attualmente ubicata a Warwick nello stato di New York (USA). Sono considerati il canale tramite il quale Geova organizza e dispensa ai Testimoni “cibo spirituale a suo tempo” (ovvero le riviste e le pubblicazioni). Sono conosciuti dai Testimoni anche come “Schiavo fedele e saggio” in base ad un’errata interpretazione delle Sacre Scritture. Ogni nuova regola o nuovo intendimento stabilito da questo corpo dirigente è considerato “luce progressiva” approvata da Geova. Non è permesso ai proclamatori mettere minimamente in dubbio ciò che stabilisce il Corpo Direttivo. Dal gennaio del 2018 i membri del Corpo Direttivo sono Kenneth Cook, Samuel Herd, Geoffrey Jackson, Stephen Lett, Gerrit Lösch, Anthony Morris, Mark Sanderson e David Splane.

[7] I “Comitati Giudiziari” sono dei veri e propri tribunali interni alla congregazione. Sono formati da almeno 3 anziani di congregazione oltre alla persona imputata. I proclamatori sono chiamati a comparire in questi “tribunali” se si ritiene ci sia una grave trasgressione o disubbidienza persistente alle direttive interne. Soltanto nel caso in cui le prove o le testimonianze siano sufficienti, è possibile avviare un processo. Per un elenco generale delle trasgressioni che possano dare inizio ad un Comitato Giudiziario si veda il capitolo 5 del manuale degli anziani “Pascete il gregge di Dio” (KS10) edito in Italia nel 2010.

[8] La dissociazione o disassociazione comporta l’allontanamento e la perdita totale di amicizie, contatti e rapporti affettivi con tutti i Testimoni e con i propri familiari Testimoni. Questo è uno stratagemma messo in atto dalla Società per proteggere la propria immagine, il proprio pensiero e soprattutto i propri interessi. Lo spauracchio di un eventuale disassociazione e di ciò che ne consegue, obbliga qualunque Testimone ad ubbidire incondizionatamente ad ogni regola stabilita dalla Società. Secondo la Società, nel caso che la persona dissociata o disassociata, soprattutto se in disaccordo con le regole interne, proseguisse i normali rapporti sociali ed affettivi con i Testimoni, potrebbe col tempo “contaminare” i loro ragionamenti, basati esclusivamente su ciò che insegna la Società. Questo è un reale pericolo per la Società poiché rischia l’allontanamento progressivo di molti adepti, ragion per cui è prevista anche la disassociazione di coloro che sono stati scoperti avere contatti con un disassociato. Secondo la Società l’allontanamento e l’ostracismo di coloro che sono stati espulsi pare sia la soluzione a questo problema. Per ulteriori approfondimenti si veda la “Guida alle ricerche per i Testimoni di Geova Edizione 2017” (scaricabile dal sito jw.org), pagg. 61-62 dove vi sono alcuni riferimenti a pubblicazioni edite dai Testimoni in cui viene trattato il tema della dissociazione/disassociazione.

[9] Personalmente credo che non bastino le pagine di un’intera enciclopedia per contenere tutti i divieti e tutte le regole stabilite dalla Società. Per ogni singola direttiva si potrebbero estrapolare decine e decine di altre regole e divieti. I regolamenti interni coinvolgono tutti gli aspetti, i pensieri e qualsivoglia condotta umana, benché la Bibbia, nella quasi totalità dei casi, non ne faccia alcun riferimento diretto.

[10] Ritengo che in realtà non tutti i divieti siano assurdi o anti-scritturali. Alcuni divieti sono moralmente accettabili, mentre altri sono tollerabili o delegati alla coscienza. Ad esempio, ritengo moralmente giusto il divieto di bere in modo eccessivo bevande alcoliche, benché le bevande stesse non siano espressamente vietate. Questo vuol dire che la Società si sia dilettata ad aiutare le persone in tal senso? Forse desidera amorevolmente che il singolo proclamatore ubbidisca ai principi contenuti nella Sacra Bibbia? No! Ogni Testimone in realtà rappresenta il marchio della Società, quindi, avendo questo in mente, provate ad immaginare di incontrare per strada alcuni Testimoni di Geova ubriachi.

[11] "Eppure è importante che ci accertiamo di indossare abiti che si addicano a chi serve Geova. Quando usciamo a comprare un capo di vestiario cerchiamo qualcosa che sia bello e alla moda; ma ci chiediamo se è modesto e se possiamo permettercelo? Fare le scelte giuste in campi come questo ci aiuterà a esercitare le nostre facoltà di percezione; sarà così più facile prendere decisioni corrette in questioni più serie." Torre di Guardia del 15 settembre 2013 pagina 25

"Prima di decidere se acquistare un certo capo di vestiario è bene chiedersi: ‘Perché mi piace questo stile? Ha relazione con qualche personaggio dello spettacolo, qualcuno che ammiro? È tipico di qualche banda di teppisti o di un gruppo che promuove uno spirito indipendente e ribelle?’ Dovremmo anche esaminare bene l’indumento. Se è un vestito o una gonna, che dire della lunghezza? E il taglio? È un indumento modesto, appropriato, decoroso, o è attillato, provocante, sciatto? Chiedetevi: ‘Se indossassi questo indumento potrei far inciampare qualcuno?" Torre di Guardia del 1° agosto 2002 pagina 19

"Vestire per richiamare l’attenzione o in modo troppo elegante può farvi diventare presuntuosi, vestire con trasandatezza può accrescere i pensieri negativi che avete di voi stessi, e le magliette che fanno pubblicità al vostro film preferito o al vostro idolo sportivo o a qualche altro personaggio potrebbero spingervi verso il culto degli eroi, ovvero l’idolatria. Sì, i vostri abiti parlano agli altri, e parlano loro di voi. Cosa dicono i vostri abiti di voi se li mettete per fare colpo o per sedurre? State accentuando aspetti della personalità che dovreste invece cercare di eliminare? Inoltre, che tipo di persone cercate di attrarre?" Svegliatevi! dell'8 febbraio 1999 pagine 18-19

[12] "...Ciò significa che i nostri abiti non dovrebbero essere appariscenti, eccentrici, provocanti, immodesti o esageratamente alla moda." Torre di Guardia del 1° agosto 2002 pagine 17-19

 

"Gli eccessi nel vestire dovrebbero essere evitati. Il ministro cristiano non seguirà la moda del mondo che richiama l’attenzione su di sé. Eviterà di vestire in modo stravagante, o in maniera così vistosa da richiamare l’attenzione sull’abito." "Manuale per la Scuola di Ministero Teocratico" edito nel 1992 pagine 184-185

"...vestiamo in modo dignitoso quando andiamo alle nostre adunanze di congregazione e quando ci raduniamo in gran numero nelle assemblee. Il nostro abbigliamento deve essere pratico e presentabile. Questa è una testimonianza per chi ci osserva. [...] Dovremmo essere sempre vestiti in modo appropriato." Torre di Guardia del 15 luglio 2005 pagina 30

 

[13] Idem come alla nota numero [12]

 

[14] Alle adunanze è preferibile non indossare mocassini, poiché ritenuti troppo “casual” e non appropriati al completo che si indossa. Sono approvate le scarpe stile “classico”. Per le motivazioni idem come alla nota numero [12]

 

[15] "Qualcuno pensa che portare la cravatta sia una tortura con qualsiasi clima. Lodevolmente, però, nei paesi in cui è considerato appropriato portare la cravatta, i Testimoni di Geova [...] sopportano il disagio di portarla quando svolgono il ministero e quando assistono alle adunanze cristiane." Svegliatevi! dell'8 febbraio 1997 pagina 30

[16] "Oggi in molti paesi alcune donne portano ornamenti per civetteria, per cercare cioè di attirare l’attenzione sulla propria persona in maniera immodesta. Le donne cristiane invece evitano nel modo più assoluto di fare un simile uso improprio degli ornamenti." Svegliatevi dell'8 ottobre 2005 pagine 26-27

"Certo, è molto difficile che una donna che porta dei gioielli o si trucca ammetta di farlo in modo eccessivo o non appropriato. Tuttavia, non c’è dubbio che, [...] una donna potrebbe prendere l’abitudine di truccarsi troppo. Potrebbe essere talmente abituata al modo in cui si trucca da non rendersi conto che esso è in contrasto con la “modestia e sanità di mente” della maggioranza delle donne cristiane. [...] La cristiana saggia di tanto in tanto riesaminerà il proprio aspetto personale, chiedendosi in tutta onestà: ‘In genere porto gioielli o mi trucco di più (o in maniera più evidente) della maggioranza delle cristiane della mia zona? Nel mio aspetto tendo ad imitare narcisistici personaggi famosi o vanitose stelle del cinema...?" Torre di Guardia del 1° giugno 1991 pagine 30-31

[17] Idem come alla nota numero [12]

[18] "Perciò il giovane può chiedersi: ‘Il mio taglio di capelli rispecchierà la modestia che si addice a un cristiano?’"Torre di Guardia del 15 aprile 2014 pagina 14

"Quindi, dicendoci che il nostro abbigliamento e la nostra acconciatura dovrebbero essere modesti e convenevoli, le Scritture ci incoraggiano a evitare qualsiasi moda stravagante che offenderebbe altri e nuocerebbe alla reputazione nostra e della congregazione cristiana." Svegliatevi! dell'8 agosto 1998 pagine 20-21

 

[19] "Che dire della barba? È appropriata per un fratello? La Legge mosaica richiedeva che gli uomini portassero la barba. I cristiani però non sono sotto la Legge e quindi non hanno l’obbligo di osservarla […] Di conseguenza portarla non è considerato appropriato per un ministro cristiano. […] portare la barba potrebbe impedire a un fratello di dare gloria a Dio con il proprio aspetto; il fratello quindi potrebbe non essere considerato irreprensibile.”Torre di Guardia per lo studio settembre 2016 pagina 21

 

[20] Idem come alla nota numero [18]

 

[21] Idem come alla nota numero [18]

[22] "Un motivo potrebbe essere che [i piercing] per molto tempo sono stati prerogativa di carcerati, bande di motociclisti, punk e membri della subcultura omosessuale sadomasochista. Per molti, il body piercing ha una connotazione di devianza e ribellione. Parecchi lo considerano scioccante, ripugnante. [...] Soprattutto i giovani cristiani dovrebbero stare attenti a dare agli altri la giusta impressione, anche quando partecipano all’opera di evangelizzazione. [...] Qualunque sia la tua opinione personale sul piercing, il tuo aspetto trasmette inevitabilmente un messaggio circa le tue tendenze e il tuo modo di vivere. Quale messaggio vuoi che trasmetta?" Svegliatevi! del 22 marzo 2000 pagine 11-13

 

[23] "Se sei cristiano, di sicuro non vorrai inciderti sulla pelle, nemmeno temporaneamente, simboli che sanno di pagano o di idolatrico." Svegliatevi! 22 settembre 2003 pagine 26-27

"Anche se il piercing e i tatuaggi possono essere comuni fra certe persone, il cristiano deve chiedersi: ‘Esibire piercing o tatuaggi quale reazione provocherà nella zona in cui vivo? Penseranno che faccio parte di qualche gruppo estremista della società? Anche se la coscienza mi permettesse di farmi tatuaggi o piercing, che effetto avrebbe questo su altri componenti della congregazione? Sarebbe considerato una manifestazione dello “spirito del mondo”? Potrebbe far nascere dubbi sulla mia “sanità di mente”?" Svegliatevi! dell'8 agosto 2000 pagine 18-19

[24] Idem come alla nota numero [12]

[25] "Tenere la casa pulita e in ordine, sia dentro che fuori, dà una buona testimonianza ai vicini. Tutti i componenti della famiglia possono fare qualcosa al riguardo. I fratelli dovrebbero interessarsi in particolare delle condizioni della casa e dello spazio adiacente, sapendo che una casa ben tenuta sia all'interno che all'esterno fa una buona impressione sugli altri." "Organizzati per fare la volontà di Geova" edito nel 2015 pagina 125

 

"La nostra casa potrebbe non essere particolarmente bella o sfarzosa, ma nei limiti del possibile dovrebbe essere pulita e presentabile. [...] Non dimentichiamo che una casa e un cortile puliti sono di per sé una testimonianza." "Mantenetevi nell'amore di Dio" edito nel 2008 pagina 92

 

[26] "Ovviamente quindi qualsiasi lavoro che implichi direttamente la fabbricazione di oggetti di culto, comprese le bandiere nazionali, sarebbe inaccettabile per un adoratore di Geova." Torre di Guardia del 15 settembre 2002 pagine 24-25

 

"Chi desidera avere il favore di Geova e godere le benedizioni del Regno evita ogni forma di idolatria. [...] Evitano anche le forme più sottili di idolatria, come gli atti di devozione alla bandiera."  "La conoscenza che conduce alla vita eterna" edito nel 1995 pagine 123-124

 

[27] "Chi desidera servire Geova deve sbarazzarsi di tutto ciò che ha a che fare con lo spiritismo. Questo include libri, riviste, film, poster e musica che incoraggiano a praticare lo spiritismo e lo fanno sembrare interessante ed eccitante, nonché amuleti e altri oggetti portati per proteggersi dal male." "Cosa insegna realmente la Bibbia?" edito nel 2005 pagina 103

 

[28] "Superstizioni e medium sono nocivi perché fanno parte delle “macchinazioni del Diavolo” [...] È saggio, pertanto, evitare qualunque cosa abbia a che fare con “il padre della menzogna”." Svegliatevi! maggio 2012 pagina 10

"I veri cristiani devono stare alla larga dalle pratiche dannose della superstizione..." Torre di Guardia del 1° agosto 2002 pagine 5-7

 

[29] ”Alcuni hanno in casa da anni immagini o altri oggetti di culto. Ne avete anche voi? In tal caso, forse vi sembrerà strano o sbagliato pregare Dio senza l’aiuto di qualcosa di visibile. [...] Potete dunque prendere posizione a favore della vera adorazione distruggendo tutti gli oggetti in vostro possesso che sono legati alla falsa adorazione." "Cosa insegna realmente la Bibbia?" edito nel 2005 pagine 154-155

 

[30] "Alcuni pensano che i loro sogni contengano speciali messaggi indirizzati a loro. Per interpretarli, tengono accanto al letto un taccuino su cui annotarli appena si svegliano. [...] Poiché sembra che i sogni abbiano origine principalmente all’interno del cervello, non è ragionevole pensare che racchiudano messaggi speciali diretti a noi. Dovremmo considerarli una normale funzione cerebrale che ci aiuta a rimanere in buona salute a livello mentale." Torre di Guardia del 1° ottobre 1996 pagine 3-4

[31] "Per essere accettabile, la musica non deve essere necessariamente soft, ma non deve nemmeno essere sensuale o volgare, o magari caratterizzata da un volume eccessivo e da una ritmica assordante." Torre di Guardia del 1° marzo 2006 pagina 21

"Ma nei trattenimenti fra Testimoni di Geova si dovrebbe ascoltare musica chiassosa e assordante o altri generi in voga, sessualmente allusivi e tendenti a favorire la dissolutezza? Non sia mai!" Torre di Guardia del 1° luglio 1983 pagine 4-7

[32] "I servitori di Dio ‘hanno fatto delle loro spade vomeri’ e non comprano armi da fuoco per proteggersi in caso di rapina o di aggressione." Torre di Guardia del 15 dicembre 1998 pagina 22

 

"I veri cristiani non impugnano armi per uccidere i propri fratelli cristiani o altri..." "Cosa insegna realmente la Bibbia?" edito nel 2005 pagina 148

[33] “Pertanto le maschere hanno un significato per coloro che praticano la religione tradizionale e un altro per coloro che le collezionano come opere d’arte. Per i cristiani significano qualcos’altro. […] Pertanto i servitori di Dio non tengono nulla che abbia a che fare con la religione spiritica, si tratti di un portafortuna, un amuleto, un anello magico o una maschera. […] Coloro che desiderano servire Geova non usano né maschere né alcun’altra cosa che abbia a che fare con la falsa adorazione." Svegliatevi! dell’8 agosto 1995 pagina 24

[34] "Naturalmente piace a tutti divertirsi... [...] Tuttavia, un dance club o un locale simile può offrire un tipo di svago sano? Oppure ci sono buoni motivi per pensarci due volte prima di andare in uno di questi locali? ...] Shawn, [...] Prima di diventare cristiano, era un habitué di locali in cui si balla. [...] Dopo aver studiato la Bibbia con i testimoni di Geova, Shawn smise di frequentare quei locali. Sulla base della propria dolorosa esperienza dice come la pensa: “Questi locali non sono adatti per un cristiano”." Svegliatevi! del 22 aprile 2004 pagine 25-27 (vedi anche Svegliatevi! dell'8 febbraio 1991 pagine 15-17)

[35] "Un’altra celebrazione molto diffusa è il compleanno. Ma un cristiano dovrebbe festeggiarlo? ...] I compleanni erano occasioni in cui si dava onore a falsi dèi. [...] Gli antichi romani e greci credevano che alla nascita di ogni persona ci fosse uno spirito che l’avrebbe protetta per tutta la vita. [...] Per questo motivo non festeggiamo i compleanni o qualsiasi altra festa legata alla falsa religione." "Cosa ci insegna la Bibbia?" edito nel 2017 pagine 166-167

[36] "I capi della Chiesa volevano che sempre più pagani diventassero cristiani. Perciò decisero di celebrare la nascita di Gesù il 25 dicembre, anche se lui non era nato quel giorno. [...] Molti sanno che il Natale e le sue tradizioni, come lo scambio dei regali e i festeggiamenti, hanno origini pagane. [...] I veri cristiani, però, non celebrano il Natale dato che vogliono fare sempre quello che piace a Dio." "Cosa ci insegna la Bibbia?" edito nel 2017 pagina 166

[37] “Alle feste di nozze e in altre occasioni c’è la consuetudine di brindare. Un’opera del 1995 dice: “Il brindisi… è probabilmente un vestigio non religioso di antiche libagioni sacrificali in cui un liquido sacro veniva offerto agli dei… in cambio di un desiderio, una preghiera riassunta con le parole ‘lunga vita!’ o ‘alla salute!’” […] ...l’usanza di levare in alto i calici potrebbe equivalere a una richiesta di benedizione fatta al “cielo”, cioè a una forza sovrumana, in un modo che non è in armonia con quanto esposto nelle Scritture." “Mantenetevi nell’amore di Dio” edito nel 2008 pagina 154

[38] “Alcune [usanze] che potrebbero sembrare innocenti forse derivano da usanze babiloniche che si supponeva portassero ‘fortuna’ agli sposi o ai loro invitati. Una tradizione del genere riguarda il lancio del riso, o di qualcosa di simile. Questa usanza può aver avuto origine dall’idea che il cibo placasse gli spiriti malvagi trattenendoli dal fare del male agli sposi. Inoltre nell’antichità il riso era associato a fertilità, felicità e longevità. Ovviamente tutti coloro che vogliono rimanere nell’amore di Dio eviteranno simili usanze contaminate."  “Mantenetevi nell’amore di Dio” edito nel 2008 pagina 153

[39] "I testi di alcune canzoni latino-americane sono osceni. Alcune contengono doppi sensi mentre altre sono erotiche o sessualmente esplicite. In alcune canzoni si dà anche molto risalto a temi politici, violenza e ribellione. [...] Anche le parole del merengue, della salsa e di altri tipi di musica latino-americana destano qualche preoccupazione. Alcuni che amano questa musica non capiscono le parole. Senza rendersene conto potrebbero ascoltare con piacere canzoni che incoraggiano immoralità sessuale, violenza o perfino pratiche occulte. E chi capisce lo spagnolo potrebbe non pensare alle parole di una canzone discutibile mentre balla al ritmo della musica orecchiabile e allegra. Il profondo rispetto per le norme bibliche, comunque, dovrebbe spingerci a esaminare attentamente ogni canzone che ascoltiamo in casa e ai trattenimenti. Così eviteremo di ascoltare o di ballare al ritmo di canzoni i cui testi disonorano Dio." Svegliatevi! dell'8 agosto 1998 pagina 19

"Per prima cosa potremmo chiederci: ‘Le canzoni che ascolto esaltano omicidio, adulterio, fornicazione e contengono imprecazioni o bestemmie? Se leggessi a qualcuno il testo di certe canzoni, capirebbe che odio l’illegalità o penserebbe che il mio cuore è contaminato?’ Non possiamo dire di odiare l’illegalità e nello stesso tempo ascoltare canzoni che la esaltano." Torre di Guardia del 15 febbraio 2011 pagine 30-31

 

"Anche nella vita privata potremmo essere tentati di fare qualcosa che Dio non approva. Ad esempio, un fratello potrebbe aver preso l’abitudine di ascoltare musica discutibile. A un certo punto, però, la coscienza lo turba perché sta ignorando i consigli basati sulla Bibbia che si trovano nelle pubblicazioni dello “schiavo fedele e discreto”. Il fratello prega in merito al problema e [...] decide di non ascoltare più musica discutibile." Torre di Guardia del 15 maggio 2010 pagina 32

 

"Ma se il ritmo ti piace, il messaggio è davvero così importante? Per rispondere, fatti questa domanda: ‘Se qualcuno volesse farmi ingerire del cibo avvelenato, come mi invoglierebbe a mangiarlo? Lo immergerebbe nell’aceto o lo ricoprirebbe di glassa?’ [...] Pertanto, invece di “mandare giù” una canzone solo perché ti piace il ritmo o la melodia, vale a dire la copertura di glassa, ‘prova le parole’ esaminando il titolo e il testo. Perché dovresti farlo? Perché il testo che accompagna la musica condizionerà il tuo modo di pensare e di agire. Purtroppo, gran parte della musica moderna e innovativa contiene testi che promuovono sesso, violenza e droga. Se pensi che ascoltare questa musica non abbia alcun effetto su di te, il “veleno” ha già iniziato ad agire." "I giovani chiedono... risposte pratiche alle loro domande - Volume 2" edito nel 2008 pagine 255-256

[40] Idem come alla nota numero [39]

[41] "Oggi più che mai televisione, riviste e altri mezzi d’informazione propinano cose impure, fra cui pornografia. Perciò dobbiamo essere molto selettivi in quanto a ciò che guardiamo, ascoltiamo e leggiamo." Torre di Guardia del 15 marzo 1988 pagina 17

 

"Giornali scandalistici, riviste pornografiche, romanzi e spettacoli sessualmente stimolanti e musica degradante sono pure pericoli comuni. Non possiamo permetterci di insudiciare la nostra mente con cose che sono ‘vergognose perfino a narrarsi’. Siate quindi selettivi in quanto a ciò che ascoltate, guardate e leggete." Torre di Guardia del 1° novembre 1987 pagina 17

 

[42] Leggere riviste di gossip per i Testimoni equivale a mostrare interesse nel pettegolezzo: "Il pettegolezzo è un parlare ozioso riguardo agli altri e alla loro vita. [...] Quando però torce i fatti o rivela faccende private il pettegolezzo può essere nocivo. Peggio ancora, può portare alla calunnia, che è sempre dannosa. [...] Usare il dono della parola per diffamare qualcuno o seminare discordia è una cosa molto seria agli occhi di Geova, che odia chi causa “contese tra fratelli”. [...] Vogliamo sicuramente evitare un linguaggio che in effetti ci farebbe diventare come il Diavolo." “Mantenetevi nell’amore di Dio” edito nel 2008 pagina 137

[43] "...Riguardo al subdolo effetto delle popolari soap opera fu fatto questo commento: “Il bisogno d’amore viene usato per giustificare qualsiasi condotta. Per esempio, una ragazza non sposata e incinta dice a un’amica: ‘Io amo Victor. Non m’importa. . . . Avere un figlio da lui significa tutto per me!’ La dolce musica di sottofondo rende difficile giudicare sbagliato il suo comportamento. Victor piace anche a voi. Provate simpatia per la ragazza. Siete ‘comprensivi’. ‘È incredibile quante giustificazioni si possono trovare’, ha detto un’ex patita di questi programmi dopo essere tornata in sé. ‘Sappiamo che commettere immoralità è male. . . . Ma mi rendo conto che mentalmente vi partecipavo’”. [...] questo tipo di programmi che corrompono il cuore sono diventati sempre più comuni. In molti luoghi vengono trasmessi 24 ore su 24. Uomini, donne e molti adolescenti si riempiono la mente e il cuore di queste cose. Noi però non dobbiamo ingannarci: sarebbe un errore pensare che, in fondo, ciò che si vede in questi spettacoli depravati non è molto diverso da ciò che si vede nella realtà." Torre di Guardia del 1° ottobre 2007 pagine 28-29

 

"Serial televisivi e telenovele descrivono persone dall’aspetto attraente che vivono in una trama di inganni reciproci. Se ci lasciamo influenzare da quel modo di pensare, possiamo ben presto iniziare a cedere a peccati “minori”, che diventano il primo anello di una catena che ci condurrà a peccati più gravi." Torre di Guardia del 1° settembre 1988  pagine 16-17

 

[44] "Molti programmi televisivi, videocassette e film promuovono il vizio. Secondo un esperto di igiene mentale, nella maggioranza dei film prodotti oggi predominano ‘edonismo, sesso, violenza, avidità ed egoismo’. Stare in guardia include quindi essere selettivi in ciò che decidiamo di guardare. [...] Un giovane cristiano di nome Giuseppe applicò questo principio. Era andato al cinema, ma quando sullo schermo cominciarono ad apparire scene esplicite di sesso e violenza, si alzò e se ne andò. Fu imbarazzante? “No, per niente”, dice Giuseppe. “Pensai prima di tutto a Geova e alla sua approvazione”." Torre di Guardia del 15 luglio 1997 pagine 16-17

 

[45] "Per tenere lo sport al posto giusto bisogna anche valutare il modo in cui si considerano gli atleti famosi e dotati. È comprensibile ammirarne le capacità atletiche e le imprese eccezionali. Ma si dovrebbe farne degli idoli? Spesso i giovani tengono poster di questi atleti nella propria stanza. I successi sportivi rendono questi individui veramente degni di onore? Forse è vero il contrario. [...] In realtà, è sbagliato idolatrare qualsiasi uomo, e questo vale specialmente per coloro che eccellono in attività che secondo la Bibbia hanno poca utilità o un’utilità limitata. I servitori di Dio sono esortati a ‘fuggire l’idolatria’." Svegliatevi! del 22 agosto 1991 pagina 12

"Gli sport come sono organizzati oggi conducono all’adorazione di eroi, la quale è dannosa e anticristiana. Una volta ogni tanto un giuoco di calcio o altro sport si può fare innocentemente come semplice ricreazione e questa è profittevole. Ma avere la mente come un giovinetto costantemente piena di sport sette giorni alla settimana non è saggio né salutare.” Torre di Guardia del 15 luglio 1952 pagine 216-218

 

[46] "Quanto tempo passerò a giocare? Anche il gioco più innocuo può sottrarti molto tempo. Perciò, prendi nota del tempo che trascorri con i videogiochi. Un certo videogioco ti sta forse portando via ore che dovresti dedicare ad attività più importanti? Avere un’idea di quanto tempo dedichi a certe cose ti permetterà di rispettare le tue priorità." "I giovani chiedono... risposte pratiche alle loro domande - Volume 2" edito nel 2008 pagine 251

"Impiegate saggiamente il tempo: Gli apparecchi elettronici tendono a impossessarsi sia del nostro tempo che della nostra attenzione. Un giovane molto assorbito dai videogiochi ha ammesso: “A volte, quando partecipavo al ministero o andavo a un’adunanza cristiana dopo aver giocato, avevo grosse difficoltà a concentrarmi. Non facevo che pensare a come avrei potuto risolvere certi problemi relativi al gioco una volta tornato a casa. Lo studio personale e la lettura regolare della Bibbia ne soffrivano. Cominciai a provare meno gioia nel servire Dio”. Rendendosi conto di dover fare dei cambiamenti, cancellò tutti i suoi videogiochi. “Fu una decisione sofferta”, ricorda. “Ero più attaccato ai giochi di quanto pensassi. Ma provai anche una grande soddisfazione sapendo di aver vinto la battaglia e di averlo fatto per il mio stesso bene”. Forse può essere necessario arrivare a tali misure se ci sono campi nei quali dovete fare dei cambiamenti." Ministero del Regno gennaio 2004 pagina 4

 

[47] "Molti giochi promuovono spudoratamente immoralità, volgarità e violenza: tutte cose che la Bibbia condanna. [...] Chi partecipa a questi giochi violenti o sessualmente espliciti potrebbe dire: “Non faccio del male a nessuno. Non è una cosa reale. È solo un gioco”. Ma non lasciarti ingannare da questi falsi ragionamenti. [...] Se avessi l’abitudine di giocare con giochi elettronici violenti o immorali, potresti davvero definirti una persona mentalmente pura e retta?" Svegliatevi! gennaio 2008 pagina 19

 

[48] "Una filiale dei testimoni di Geova ha ricevuto una lettera il cui mittente si è definito un “drogato” di Internet. A volte quest’uomo trascorreva fino a dieci ore al giorno in Internet. Dopo aver osservato che “all’inizio tutto sembrava così innocente”, ha aggiunto: “Dopo un po’ cominciai a perdere le adunanze, e smisi di pregare”. Quando andava alle adunanze non era preparato, e pensava tutto il tempo al momento in cui si sarebbe potuto connettere di nuovo. Fortunatamente si rese conto della gravità del problema e fece i passi per porvi rimedio. Non vorremmo mai arrivare al punto di diventare Internet-dipendenti!" Torre di Guardia del 15 agosto 2011 pagina 4

 

[49] "Negli ultimi anni ha riscosso sempre più successo un altro tipo di siti Internet: i siti di social network. Se usati con estrema cautela possono essere utili; tuttavia sono anche potenzialmente molto pericolosi. Possono metterci in contatto con cattive compagnie. Non sorprende che l’organizzazione di Dio ci abbia dato avvertimenti equilibrati circa l’utilizzo di questi siti. Abbiamo letto tutto quello che è stato pubblicato di recente dallo schiavo fedele sui social network? Sarebbe davvero poco saggio usare tali siti senza prima aver letto questo materiale! Sarebbe come prendere un potente farmaco senza averne prima letto il foglietto illustrativo." Torre di Guardia del 15 agosto 2012 pagina 14

 

[50] Vedi il video della serie Diventa amico di Geova prodotto dalla Watchtower nel 2012: Diventa amico di Geova - Lezione 2 - Ubbidisci a Geova

 

[51] "Quando una persona cerca di entrare in contatto con il soprannaturale, in modo diretto o tramite qualcun altro, come uno stregone, un medium o un sensitivo, in realtà entra in contatto con i demòni. Questo contatto è definito spiritismo. La Bibbia però ci comanda di stare lontano da tutto quello che ha a che fare con i demòni [...] I demòni cercano di ingannarci tramite la divinazione. La divinazione è l’uso di poteri soprannaturali per cercare di conoscere il futuro o l’ignoto. Alcuni potrebbero farlo tramite l’astrologia, l’interpretazione dei sogni, l’oroscopo, una sfera di cristallo oppure leggendo le carte o la mano di una persona. Molti pensano che in queste cose non ci sia niente di male, ma si sbagliano." "Cosa ci insegna la Bibbia?" edito nel 2017 pagina 109

 

"Oggi tra gli oggetti che hanno relazione con l’occulto non ci sono solo libri, amuleti, oui-ja e cose simili, ma anche materiale in formato elettronico. Evitate qualunque cosa sembri avere a che fare con lo spiritismo." Torre di Guardia del 1° marzo 2012 pagina 22

[52] "Una comune forma di avidità è il gioco d’azzardo, che è un tentativo di arricchirsi a spese di altri. Geova non approva coloro che sono “avidi di guadagno disonesto”." "La conoscenza che conduce alla vita eterna" edito nel 1995 pagina 120

"Un’altra pratica da evitare è il gioco d’azzardo. Anche se è molto popolare, il gioco d’azzardo è una manifestazione di avidità, poiché consiste nel tentativo di fare soldi a discapito di altri. Geova non approva coloro che sono “avidi di guadagno disonesto”. Chi desidera piacere a Geova si astiene da qualsiasi forma di gioco d’azzardo, quali lotto, bingo, lotterie, scommesse sulle corse dei cavalli e il giocare la schedina." Torre di Guardia del 15 novembre 2006 pagina 7

[53] "Nel 1935 La Torre di Guardia chiamò il tabacco “l’erbaccia immonda” e dichiarò che nessuno che lo masticasse o lo fumasse poteva rimanere membro della famiglia Betel o rappresentare l’organizzazione di Dio come pioniere o ministro viaggiante. Nel 1973 ci fu un ulteriore raffinamento sul piano morale. La Torre di Guardia del 1° giugno spiegò che nessun testimone di Geova poteva mantenere una buona reputazione nella congregazione mentre persisteva in questa pratica letale, contaminante e poco amorevole. Coloro che non erano disposti a rinunciare al tabacco dovevano quindi essere disassociati." "Il Regno di Dio è già una realtà!" edito nel 2014 pagina 111

"Che dire del rispetto per la nostra stessa vita? Nessuno normalmente vuole morire, ma alcuni rischiano la vita per amore del piacere. Per esempio, molti fumano o si drogano. Tabacco e droga nuocciono alla salute e possono uccidere. Chi ne fa uso non considera sacra la vita. Queste pratiche sono impure agli occhi di Dio. Per servire Dio nel modo che gli è gradito, dobbiamo abbandonarle." "Cosa insegna realmente la Bibbia?" edito nel 2005 pagine 127-128

 

[54] "L’abuso di alcol può danneggiarci sul piano fisico, morale e spirituale, e la Bibbia dice che gli ubriaconi non otterranno la vita eterna." Svegliatevi! agosto 2013 pagina 15

 

[55] "Geova ci ha dato il comando di non mangiare né bere sangue. Vuol dire allora che i cristiani dovrebbero rifiutare anche le trasfusioni di sangue? Sì. Rifletti: se un medico ti dicesse di non bere alcol, te lo inietteresti nelle vene? Naturalmente no! Allo stesso modo, il comando di non mangiare né bere sangue significa anche che non accettiamo trasfusioni di sangue. E se un medico ci dicesse che moriremo se non accettiamo una trasfusione di sangue? [...] ...cercheremo di trovare terapie alternative che ci permettano di continuare a vivere. Ma non accetteremo una trasfusione di sangue." "Cosa ci insegna la Bibbia? edito nel 2017 pagina 140

 

[56] "Oggi i fedeli servitori di Dio sono fermamente risoluti a seguire le sue istruzioni relative al sangue. Non lo mangiano in nessuna forma, né lo accettano per motivi terapeutici." "Cosa insegna realmente la Bibbia?" edito nel 2005 pagina 131

[57] "I farmaci che vengono utilizzati per smettere di fumare, come il cerotto alla nicotina, sono diventati un affare da miliardi di euro. Prima di optare per i farmaci ponetevi le seguenti domande. Quali sono i benefìci? A quanto si dice molte terapie aumentano le probabilità di smettere di fumare riducendo i sintomi legati all’astinenza. La loro efficacia a lungo termine, però, è ancora oggetto di discussione. Quali sono i rischi? Alcuni farmaci possono provocare effetti collaterali come nausea, depressione e pensieri suicidi. Ricordate inoltre che i trattamenti di sostituzione della nicotina non fanno altro che rilasciare questa sostanza in un altro modo, con i relativi rischi per la salute. In realtà, quindi, chi ricorre a tali trattamenti rimane in uno stato di dipendenza." Svegliatevi! maggio 2010 pagina 5

 

[58] "La Parola di Dio condanna sia l’ubriachezza che la ghiottoneria come comportamenti che non si addicono ai servitori di Dio. Pertanto la congregazione cristiana considera i ghiottoni inveterati alla stessa stregua di chi ha l’abitudine di ubriacarsi. Né gli ubriaconi né i ghiottoni possono far parte della congregazione cristiana." Torre di Guardia del 1° novembre 2004 pagina 30

"Ma che dire di chi mangia troppo per ingordigia? La Bibbia condanna esplicitamente l’ingordigia, cioè l’avida intemperanza nel mangiare, l’insaziabile desiderio di eccedere nel mangiare. [...] L’ingordigia, inoltre, è sbagliata poiché ci viene detto che gli “avidi” non erediteranno il Regno di Dio. [...] I sorveglianti cristiani devono essere ‘padroni di sé’, e non “ghiottoni disoccupati”. La cosa è talmente seria che alcuni sorveglianti sono stati tolti dal loro incarico a causa della loro intemperanza nel mangiare. [...] Per esempio, i cristiani devono coltivare la padronanza di se stessi, il che vale anche per il mangiare." Torre di Guardia del 1° maggio 1986 pagina 31

 

"L’uso smodato di cibi e bevande comune nel mondo influisce su di voi? La mentalità mondana è: ‘Mangiamo, beviamo e divertiamoci, perché domani potremmo essere morti’. [...] Geova ci ha dato un’enorme varietà di cibi e bevande gustosi, multicolori e nutrienti. Ma vuole che ne facciamo un uso moderato. La Bibbia condanna la ghiottoneria e l’ubriachezza." Torre di Guardia del 15 settembre 1987 pagina 19

[59] Dire "salute" dopo uno starnuto è considerato dai Testimoni una pratica pagana e superstiziosa: "…nell’antichità alcuni credevano che quando un uomo starnutiva era in pericolo di morte. La paura nasceva da un’idea errata ma molto diffusa. L’anima umana era considerata l’essenza della vita. Il fatto che i morti non respiravano portò all’errata conclusione che l’anima dovesse essere il respiro… Pertanto non sorprende che […] la gente abbia imparato a rispondere a uno starnuto con apprensione e con il fervido augurio che Dio aiuti e benedica e conservi in vita chi starnutisce.” Svegliatevi! dell'8 giugno 1990 pagine 21-23

 

[60] "Inoltre, non praticheremo né seguiremo sport violenti o pericolosi" "Cosa ci insegna la Bibbia?" edito nel 2017 pagina 138

 

"Di conseguenza potremmo chiederci: “La mia coscienza mi spinge a evitare gli sport violenti o quelli che alimentano in me uno spirito aggressivo, competitivo o nazionalistico?"" Torre di Guardia del 15 settembre 2015 pagina 11

 

"Mettiamo per esempio che vi piaccia lo sport. Piace a molti. Lo sport può essere divertente ed entusiasmante. Che dire, però, se siete attratti da un certo sport per lo spirito di competizione e aggressività che lo caratterizza, il rischio eccessivo che si corre, l’alta frequenza di incidenti, i festeggiamenti sfrenati, lo spirito nazionalistico o “ingredienti” simili? Dopo aver esaminato ciò che vi è implicato, probabilmente concluderete che quello sport non si accorda con il modo di pensare di Geova e il messaggio di pace e amore che predichiamo agli altri." Torre di Guardia del 15 ottobre 2011 pagina 9

 

[61] "Comunque essere crudeli con gli animali o ucciderli per sport è sbagliato e rivela assoluto disprezzo per la santità della vita." "Cosa insegna realmente la Bibbia?" edito nel 2005 pagina 128

[62] Idem come alla nota numero [60]

[63] "Un ragazzo di nome Viliame era un ottimo giocatore di rugby e sognava di giocare per il suo paese. Anche suo fratello Leone voleva fare carriera nel rugby, ma dopo aver accettato di studiare la Bibbia con un pioniere speciale capì che non poteva servire due signori. Iniziò a frequentare le adunanze e lasciò il rugby." "Annuario dei Testimoni di Geova del 2010" pagina 64

 

"Herbert aveva vinto una borsa di studio all’università di Monrovia e un lavoro statale grazie alla sua grande abilità di calciatore. Ma quando apprese ciò che dice la Bibbia dello spirito competitivo decise di abbandonare la carriera sportiva. Ora prova gioia nella sua nuova carriera di ministro a tempo pieno." Torre di Guardia del 15 maggio 1989 pagina 28

 

[64] "Il lavoro secolare ha indubbiamente un ruolo essenziale nella nostra vita; se non stiamo attenti, però, lavoro e carriera potrebbero allontanarci da Geova. Come? Se siamo alla ricerca di un impiego e viviamo in un paese in cui il lavoro scarseggia, potremmo essere tentati di accettare al volo la prima offerta che ci capita, qualunque essa sia. Supponiamo, però, che si tratti di un lavoro che è in contrasto con i princìpi biblici oppure che, per via di orari, spostamenti o eventuali trasferte, rischia di ostacolare le nostre attività cristiane o di tenerci lontani dalla famiglia. Dovremmo accettarlo comunque, pensando che un lavoro, anche se non ideale, è sempre meglio di niente? Non dimentichiamo che scegliere la strada sbagliata potrebbe allontanarci da Geova." Torre di Guardia del 15 gennaio 2013 pagine 12-14

 

"Oggi alcuni cristiani perseguono interessi e carriere che fanno pensare che abbiano perso la consapevolezza che siamo molto inoltrati nel “tempo della fine”. [...] Tutti quelli che amano Geova devono continuare a cercare prima il Regno e la giustizia di Dio e partecipare il più possibile alla predicazione della buona notizia prima che venga la fine." Torre di Guardia del 15 gennaio 1999 pagina 11

 

[65] "La “filosofia” e il “vuoto inganno secondo la tradizione degli uomini” sono evidenti anche nella mentalità della società attuale, promossa da tanti intellettuali. L’università dà un tale rilievo alla formazione accademica che spesso i laureati hanno poca o nessuna preparazione professionale e quindi hanno difficoltà a cavarsela nella vita reale. Un servitore di Geova, invece, sceglie di conseguire quel tipo di istruzione che gli darà le competenze necessarie per mantenersi e condurre una vita semplice dedita al servire Dio." Torre di Guardia del 15 ottobre 2013 pagine 15-16

 

"I cristiani che si mantengono vigilanti non usano pienamente il mondo per quanto riguarda l’istruzione. Nel mondo molte persone considerano l’istruzione universitaria una tappa fondamentale per ottenere prestigio e benessere materiale. Noi cristiani, però, viviamo come residenti temporanei e perseguiamo mete di tipo diverso." Torre di Guardia del 15 novembre 2011 pagina 19 

"Che dire però se questo lo portasse a pensare: ‘Se voglio un lavoro decente devo farmi un’istruzione migliore’? Anche questo potrebbe sembrare logico, ma potrebbe indurlo a concludere: ‘I tempi sono cambiati, se voglio tirare avanti e tenermi un lavoro devo andare all’università’. Quanto sarebbe facile iniziare a prendere sottogamba i saggi ed equilibrati consigli della classe dello schiavo fedele e discreto in relazione all’istruzione superiore, e cominciare anche a mancare alle adunanze!" "Dio ci parla per mezzo di Geremia" edito nel 2010 pagina 45

 

[66] "I giovani cristiani devono trovare il giusto equilibrio fra il servizio che rendono al vero Dio e le altre attività. Quelli che lo trovano possono aspettarsi di avere successo nella vita e meritano una lode sincera. Alcuni giovani cristiani, però, si fanno prendere troppo da attività extrascolastiche e hobby. Queste attività potrebbero non essere sbagliate in se stesse. Tuttavia i giovani cristiani dovrebbero chiedersi: ‘Quanto tempo mi portano via queste attività? Che dire delle compagnie? Che atmosfera si respira quando si svolgono queste attività? Su che cosa finirà per essere incentrata la mia vita?’ Probabilmente vi rendete conto che ci si potrebbe far prendere a tal punto da queste attività da non avere quasi più tempo o energie da dedicare alla propria relazione con Dio." Torre di Guardia del 15 giugno 2011 pagina 29

 

"In molte scuole, le attività extrascolastiche teoricamente sono facoltative. In realtà, però, insegnanti e studenti fanno molta pressione sui singoli perché partecipino a tali attività. Una cristiana ventenne trovò un buon sistema per far fronte a queste pressioni. Essa dice: “Ho fatto la pioniera ausiliaria per tutto il periodo della scuola superiore. Tutti sapevano che ero troppo impegnata con le mie attività religiose per partecipare ad altre cose”. La sorella minore di questa Testimone fece la stessa cosa. Alcuni giovani cristiani, quando finiscono la scuola, passano direttamente dal servizio di pioniere ausiliario, che svolgono durante gli anni della scuola, all’attività di pionieri regolari, ovvero proclamatori del Regno a tempo pieno." Torre di Guardia del 15 luglio 1991 pagina 24

"“Più o meno in quel periodo i compagni di classe insistevano che partecipassi alla festa di fine anno. Quando spiegai loro le ragioni scritturali per cui non ci sarei andato, mi insultarono e mi fecero sentire un emarginato. Parlai della cosa con un anziano della mia congregazione, che mi chiese: ‘Una persona che non rispetta le tue decisioni e i tuoi valori morali può essere un vero amico per te?’ Quelle parole mi rafforzarono e mi aiutarono a resistere alle pressioni dei compagni di classe."""Dio ci parla per mezzo di Geremia" edito nel 2010 pagina 78

[67] "Se sei portato per una certa disciplina sportiva, compagni e insegnanti potrebbero esercitare delle pressioni su di te per farti entrare in una squadra. La cosa potrebbe allettarti parecchio. Mark, un ragazzo cristiano, dice: “Non mi sembra giusto che i miei genitori non mi permettano di entrare nella squadra della scuola”. Ma invece di cercare di persuadere i tuoi ad accettare il tuo punto di vista, rifletti: le partite e gli allenamenti di solito sono programmati al di fuori dell’orario scolastico. Se sei bravo, ti incoraggeranno a dedicare più tempo a questo sport. Se non sei tanto bravo, ti chiederanno di passare più tempo ad allenarti. Inoltre fra compagni di squadra spesso si formano forti legami perché insieme si assapora l’ebbrezza della vittoria e si condividono le delusioni della sconfitta. Ora chiediti: ‘Il fatto di dedicare il mio tempo a un’attività che potrebbe farmi stringere forti legami con ragazzi che non seguono le mie norme spirituali avrà un effetto positivo su di me?’" "I giovani chiedono... risposte pratiche alle loro domande - Volume 2" edito nel 2008 pagina 265

 

[68] "...Prima di diventare cristiana la musica e il teatro erano la mia vita. La sera prima di battezzarmi ricevetti una telefonata dagli autori di una popolare serie televisiva. Quando spiegai loro che non facevo più la cantante, dissero: “Sei matta?” Come Celo Pertot, sento che Geova ha benedetto la mia decisione in modo meraviglioso." Svegliatevi! dell'8 giugno 1998 pagina 27

 

"Sì, la musica può essere un sottile laccio, come scoprì Sylvana. Essa ebbe la possibilità di studiare in Francia per divenire una cantante lirica. “Allo stesso tempo ci tenevo molto a servire Geova”, spiega. “Facevo la pioniera ausiliaria e speravo di conciliare queste due cose nella mia vita. Ma il primo problema che dovetti affrontare per dedicarmi alla carriera fu l’immoralità. [...] Ma io avevo ricevuto una chiara risposta alla mia preghiera, così decisi di lasciare l’ambiente del teatro e di insegnare canto a casa”." Torre di Guardia del 15 agosto 1990 pagina 17

 

"Il lavoro di indossatrice ha il suo fascino. Begli abiti, gioielli costosi, buoni compensi, la possibilità di viaggiare e di comparire in televisione: tutte cose piuttosto allettanti. Oltre a questo, per poter fare gli indossatori o le indossatrici molti ragazzi e ragazze hanno imparato a camminare con grazia e a parlare con sicurezza ed equilibrio. Ma al di là del fascino, dello sfolgorio e dello sfarzo possono annidarsi veri pericoli per i cristiani. Non che questa professione sia errata in se stessa. [...] Ciò nondimeno, a questa professione sono legati molti problemi che non è sempre facile evitare. Come reagiresti, ad esempio, se ti chiedessero di indossare qualcosa di immodesto o di non appropriato per un cristiano? O se un fotografo insistesse abilmente per farti assumere pose provocanti e seducenti? Inoltre, non si può sempre sapere con certezza come verranno usate le foto. Per esempio, potrebbero comparire in un contesto che promuove feste della falsa religione o che ha risvolti immorali." Svegliatevi! dell'8 gennaio 1990 pagina 23

 

[69] Idem come alla note numero [35] e [36]. Lavorare come organizzatore di eventi potrebbe coinvolgerti in attività non approvate dallo "Schiavo", come ad esempio feste e tradizioni pagane.

[70] "Se siamo leali a Geova Dio, eviteremo di fare amicizia con chiunque gli sia nemico. [...] Non vogliamo fraternizzare con coloro che peccano intenzionalmente, perché non abbiamo nulla da spartire con loro. Per lealtà verso Geova Dio, non dovremmo evitare di stare in compagnia di questi suoi nemici, sia personalmente che attraverso la televisione?" Torre di Guardia del 15 marzo 1996 pagina 16

 

"Un aspetto che ha strettamente a che fare con le compagnie è quello delle pressioni dei compagni. La spinta a conformarsi aggredisce di continuo le difese dei nostri figli. Dal momento che di solito i ragazzi desiderano l’approvazione di quelli della loro età, i compagni possono influenzarli fino a farli diventare come vuole il mondo. [...] Perciò i genitori non dovrebbero permettere ai figli di farsi influenzare troppo dalle idee del mondo." Torre di Guardia del 1° gennaio 2005 pagina 24

 

"Pur manifestando come Gesù amore per l’umanità in generale, il cristiano giustamente accorda l’amore particolare che accompagna l’amicizia solo a coloro che sono amici di Dio. [...] Coloro che desiderano essere amici del mondo si rendono nemici di Dio." "Perspicacia nello studio delle Scritture - Volume 1" pagina 110

 

"Teniamo a mente un fatto innegabile: non possiamo cercare l’amicizia di quelli le cui idee sono in contrasto con gli insegnamenti biblici e al tempo stesso rimanere fedeli alle nostre convinzioni." "Dio ci parla per mezzo di Geremia" edito nel 2010 pagina 66

[71] "Daniel, un fratello che vive in Messico, dovette decidere se essere leale a Dio o perseguire i propri interessi. Voleva sposare una ragazza, che però non era una Testimone. “Continuai a scriverle perfino dopo essere diventato pioniere”, dice Daniel. “Ma alla fine mi resi conto che dovevo essere umile e andare a parlare della situazione con un anziano maturo. Quel fratello mi aiutò a capire che per essere leale a Dio avrei dovuto smettere di scriverle. Dopo molte preghiere e tante lacrime, decisi di farlo. Ben presto iniziai a provare più gioia nel ministero”. In seguito Daniel sposò una brava sorella e ora presta servizio come sorvegliante di circoscrizione." Torre di Guardia febbraio 2016 pagina 29

 

"È vero che vogliamo essere gentili anche con coloro che non rispettano le leggi di Dio, ma non dovremmo stringere con loro un’amicizia intima. Di conseguenza sarebbe sbagliato che un testimone di Geova single iniziasse a frequentare qualcuno che non sia un dedicato e fedele servitore di Dio e che non rispetti le Sue elevate norme." Torre di Guardia del 15 agosto 2015 pagina 25

 

"I cristiani che cominciano a frequentare in vista del matrimonio persone che non servono Geova vanno incontro probabilmente a grossi problemi. Per esempio, come potreste unirvi a qualcuno che non ama Geova Dio? È essenziale che i cristiani si aggioghino solo con persone che amano Geova e ne rispettano le norme sulla castità." Torre di Guardia del 15 febbraio 2004 pagina 13

 

[72] "Le Scritture danno ai cristiani la vigorosa esortazione a sposarsi “solo nel Signore”. Un cristiano che desidera sposarsi non stringerà legami romantici con chi non serve Geova, ma cercherà un coniuge solo tra i Suoi leali adoratori." Torre di Guardia del 15 gennaio 2015 pagina 32

 

"Alcuni cristiani non sposati arrivano però alla conclusione che aggiogarsi in modo ineguale sia comunque meglio che soffrire di solitudine. Così decidono di ignorare il consiglio biblico e sposare una persona che non serve Geova, spesso con tristi risultati. Si ritrovano sposati con qualcuno con cui non possono condividere le cose più importanti della vita. La solitudine che ne deriva può essere anche peggiore di quella che provavano prima di sposarsi. Ci sono però molte migliaia di cristiani non sposati che si attengono con fiducia e lealtà ai consigli divini in merito. Anche se un giorno sperano di sposarsi, aspettano finché non trovano un coniuge fra gli adoratori di Geova Dio." "Mantenetevi nell'amore di Dio" edito nel 2008 pagina 113

 

[73] "A volte può essere necessario troncare l’amicizia con qualcuno che faceva parte della congregazione. Questo si verifica se una persona viola impenitentemente la legge di Dio e viene disassociata, o se rinnega la fede insegnando false dottrine o dissociandosi dalla congregazione. [...] Può essere davvero difficile evitare un parente o qualcuno che forse era un nostro amico. Prenderemo una posizione netta, dimostrando così che per noi la lealtà a Geova e alle sue giuste leggi viene prima di tutto? Ricordiamo che Geova dà molta importanza alla lealtà e all’ubbidienza." "Mantenetevi nell'amore di Dio" edito nel 2008 pagina 35

"...allontanandoci da un trasgressore impenitente, noi e gli altri componenti della congregazione siamo protetti dalla contaminazione morale e spirituale, e teniamo alto il buon nome della congregazione stessa. ...la nostra ferma adesione ai princìpi biblici può fare del bene al disassociato." "Mantenetevi nell'amore di Dio" edito nel 2008 pagina 207

"Pertanto evitiamo anche di avere contatti sociali con chi è stato espulso. Questo significa che non staremo con lui né in occasioni come picnic, feste e partite di pallone né per andare in un centro commerciale, a teatro o a mangiare a casa o al ristorante." Ministero del Regno agosto 2002 pagina 3

 

[74] "Continuare a svolgere un lavoro che rende complici o promotori della falsa adorazione dopo che e` stato concesso un periodo di tempo ragionevole per fare i cambiamenti necessari, forse anche sei mesi, renderebbe passibili di disassociazione." "Pascete il gregge di Dio" edito nel 2010 pagina 66

 

"Se la persona si unisce a un’organizzazione non neutrale, si dissocia. Se il suo lavoro la rende complice di attivita` non neutrali, in genere le si dovrebbe concedere un periodo di tempo, fino a sei mesi, per fare i cambiamenti necessari. Se non li fa, si e` dissociata." "Pascete il gregge di Dio" edito nel 2010 pagina 112

[75] "Le istituzioni che governano la società umana potrebbero esercitare pressioni sui cittadini perché prendano posizione nei conflitti. Ma per i veri cristiani questo è inconcepibile. Non prendiamo parte alle controversie politiche di questo mondo né imbracciamo le armi. Non ci lasciamo influenzare dai tentativi di coinvolgerci nell’esaltare una qualsiasi parte del mondo di Satana al di sopra di un’altra. Dal momento che non facciamo parte del mondo vogliamo essere superiori alle sue rivalità." Torre di Guardia del 15 luglio 2015 pagina 23

 

"La lealtà a Cristo non è l’unica ragione per cui i veri cristiani sono neutrali. A differenza degli israeliti, a cui Dio aveva assegnato un paese, noi facciamo parte di una fratellanza internazionale. Quindi se ci unissimo a qualche partito politico locale comprometteremmo seriamente sia la nostra libertà di parola riguardo al messaggio del Regno che la nostra unità cristiana. Inoltre in tempo di guerra combatteremmo contro i nostri compagni di fede, che ci è comandato di amare. [...] Quali veri cristiani, abbiamo dedicato la nostra vita a Dio, non a qualche uomo, nazione o istituzione umana." "Mantenetevi nell'amore di Dio" edito nel 2008 pagina 53

 

[76] "Fondamentalmente uno straniero è una persona che si trova in un paese che non è il suo. È la stessa situazione che vivono i Testimoni di Geova: essi devono la loro fedeltà innanzitutto a un governo celeste, il Regno di Dio retto da Cristo. Per questo si mantengono rigorosamente neutrali in fatto di politica, anche se qualcuno pensa che il loro comportamento sia strano e fuori luogo nella società di oggi." Torre di Guardia del 15 dicembre 2012 pagina 26

 

"Sostenendo il Regno di Dio, i testimoni di Geova non si immischiano nella politica né fomentano ribellioni contro i governi secolari, neppure nei paesi dove sono al bando o perseguitati." Torre di Guardia del 15 ottobre 2001 pagina 6

 

"I testimoni di Geova invece non si immischiano nella politica, in qualunque paese vivano. Non interferiscono nelle decisioni altrui di iscriversi a un partito politico, presentarsi come candidati o votare durante le elezioni." "Uniti nell’adorazione del solo vero Dio" edito nel 1983 pagina 166

 

[77] "Quelli che camminano con Dio sanno che è saggio fare piani ragionevoli per il futuro. Consapevoli dei problemi e dei limiti che la vecchiaia comporta, molti cercano di impiegare saggiamente la loro gioventù e le loro forze per avere una sicurezza economica nella vecchiaia. Che dire allora del nostro futuro spirituale, che è molto più importante? [...] Fare i piani in vista dell’eternità è davvero vantaggioso. Dato che non sappiamo esattamente quando verrà la fine di questo sistema, dobbiamo in qualche modo pensare alle nostre necessità future. Ma vogliamo essere equilibrati e mettere al primo posto gli interessi di Dio. Coloro che non hanno fede possono pensare che chi incentra i propri interessi sul fare la volontà di Dio non sia lungimirante. [...] Camminare con Geova in vista dell’eternità è sia pratico che lungimirante. È il modo migliore di fare i piani per il futuro." Torre di Guardia del 15 novembre 1998 pagina 19

 

[78] "Perciò i veri cristiani... [...] evitano anche le forme più sottili di idolatria, come gli atti di devozione alla bandiera e il canto di inni che glorificano nazioni." "La conoscenza che conduce alla vita eterna" edito nel 1995 pagina 124

 

"La questione è di natura religiosa, riguarda cioè il diritto del singolo alla libertà di culto. Il fatto è che i Testimoni di Geova non cantano l’inno nazionale di nessuna nazione. Questi inni sono in realtà invocazioni o preghiere musicate, e i testimoni di Geova in coscienza non si sentono di cantarli. “Si astengono dal cantarli”, spiega con discernimento la sentenza della Corte Suprema dell’India, “a motivo della sincera credenza e convinzione che la loro religione non permetta di partecipare ad alcun rito al di fuori delle preghiere a Geova loro Dio”." Torre di Guardia del 1° novembre 1987 pagina 22

 

[79] "Dare sì, ma attenzione! Siamo continuamente bombardati da enti di beneficenza, organizzazioni religiose e campagne annuali di volontariato; quasi tutti lanciano appelli a cui è difficile resistere. Nel valutare tali appelli, però, [...] non credete a tutto ciò che dicono e promettono gli enti di beneficenza. Come viene usato, in realtà, il denaro raccolto? Le organizzazioni che vengono finanziate sono quelle che un cristiano dovrebbe sostenere? Conducono attività politiche, nazionalistiche o legate alla falsa religione? Il loro scopo dichiarato è pratico e non in contrasto con i princìpi scritturali?" Svegliatevi! dell'8 giugno 1993 pagina 27

"Quando si tratta di fare offerte a istituti di beneficenza, comunque, bisogna valutare accortamente le numerose richieste che riceviamo. Alcuni di questi enti hanno spese per la raccolta dei fondi o di amministrazione piuttosto elevate, per cui solo una piccola parte del denaro raccolto verrà usata per lo scopo a cui è destinato. [...] È dunque saggio esaminare attentamente i fatti." Torre di Guardia del 1° giugno 2003 pagina 7

 

[80] "Chi ha rapporti sessuali con una persona diversa dal proprio coniuge mostra estrema mancanza di rispetto per le leggi morali di Dio. È vero che oggi molti considerano l’adulterio una cosa quasi normale. Tuttavia, quello che altri esseri umani pensano dell’adulterio non dovrebbe influire sul concetto che ne hanno i cristiani, i quali si rendono conto che alla fine non sarà l’uomo, ma Dio che “giudicherà i fornicatori e gli adulteri”. Quindi i veri cristiani si attengono al punto di vista di Geova al riguardo." "Mantenetevi nell'amore di Dio" edito nel 2008 pagina 128

 

"Per “letto matrimoniale” si intendono i rapporti sessuali tra marito e moglie, cioè tra un uomo e una donna legalmente sposati. Se uno dei due ha rapporti extraconiugali commette adulterio e può incorrere nel giudizio avverso di Dio." Torre di Guardia del 15 novembre 2006 pagina 6

 

"Anche i cristiani, pur non essendo sotto la Legge mosaica, devono astenersi dall’adulterio." "Perspicacia nello studio delle Scritture - Volume 1" pagina 71

[81] "I Testimoni di Geova respingono pertanto qualunque tipo di condotta sessuale in contrasto con i princìpi biblici, inclusa l’omosessualità" Svegliatevi! aprile 2016 pagina 8

 

"Le Scritture non ammettono nessuna scusa, nessuna concessione, nessuna ambiguità: pratiche omosessuali, adulterio, fornicazione sono tutte cose ripugnanti agli occhi di Dio. Quindi i veri cristiani non attenuano la presa di posizione della Bibbia riguardo ai “vergognosi appetiti sessuali” semplicemente per essere più popolari o più benaccetti alla cultura moderna. Né sono d’accordo con i movimenti che si impegnano per presentare l’omosessualità come uno stile di vita normale." Svegliatevi! dell'8 dicembre 1997 pagina 14

 

[82] Idem come alla nota numero [81]

 

[83] "La pratica pervertita della bestialità è inclusa nel termine greco pornèia, che è reso “fornicazione”. Chiunque pratichi tale perversione è moralmente impuro, e se un componente della congregazione cristiana dovesse abbandonarsi a una pratica del genere, verrebbe disassociato." "Perspicacia nello studio delle Scritture - Volume 1" pagina 341

 

[84] "Per esempio alcuni giovani hanno fatto sesso orale o si sono masturbati a vicenda, arrivando a concludere che queste azioni non sono così gravi perché dal loro punto di vista non equivalgono a “fare sesso”. Questi dimenticano, o forse preferiscono ignorare, il fatto che il termine biblico tradotto “fornicazione” include tutte queste pratiche, o comportamenti errati, per cui si può essere disassociati." Torre di Guardia del 15 dicembre 2008 pagina 9

 

"Che dire, però, di due persone non sposate che fanno sesso orale? Molti adolescenti affermano che questa pratica sia innocua perché non sarebbe un rapporto sessuale. Il cristiano potrebbe considerare il sesso orale come qualcosa di puro? [...] Cosa include la fornicazione? Il termine greco implica il far uso dei genitali, sia in modo naturale che pervertito, per scopi lascivi. Comprende tutte le forme di rapporti sessuali illeciti al di fuori del matrimonio scritturale. Quindi include il sesso orale, anche se in tutto il mondo molti adolescenti sono stati convinti o si sono convinti che questa pratica sia accettabile. I veri cristiani non permettono che le opinioni di “inutili chiacchieroni e ingannatori della mente” guidino il loro modo di pensare e agire." Torre di Guardia del 15 ottobre 2007 pagina 27

 

"Coloro che si attengono alle norme bibliche si rendono conto che sia il sesso orale che il sesso anale, come indicano chiaramente i termini, sono comunque sesso. Il comando biblico di ‘astenersi dalla fornicazione’ include ogni forma di rapporto sessuale illecito." Svegliatevi! febbraio 2007 pagina 20

 

[85] "Da questo capiamo, ad esempio, che soffermarsi su fantasie erotiche è sbagliato, perché ci può portare a commettere gravi peccati che sono condannati dalla Bibbia e in totale contrasto con il modo di pensare di Geova." Torre di guardia del maggio 2016 pagina 17

 

"Le fantasie sessuali di solito si concentrano sull’appagamento personale. Tale atteggiamento egocentrico è in contrasto con i consigli che la Bibbia dà a chi è sposato" Svegliatevi! aprile 2009 pagina 28

[86] "La masturbazione promuove una veduta distorta ed egocentrica del sesso. La Bibbia ci assicura che Dio può dare “potenza oltre ciò che è normale” a chi si sforza sinceramente di togliersi questo vizio." Torre di Guardia del 1° novembre 2011 pagina 7

 

"Facciamo un altro esempio. Poniamo il caso di un cristiano che pratica la masturbazione (la deliberata stimolazione dei propri organi genitali per provocare eccitazione sessuale), sia che ciò avvenga mentre guarda materiale pornografico oppure no. Anche se il termine “masturbazione” non compare nella Bibbia, c’è forse qualche dubbio che questa pratica contamini a livello mentale ed emotivo? Chi continua a contaminarsi in questo modo non danneggia seriamente la propria relazione con Geova rendendosi impuro ai suoi occhi?" Torre di Guardia del 15 maggio 2008 pagine 27-28

 

"La masturbazione, un’abitudine dannosa dal punto di vista spirituale, genera un atteggiamento egocentrico e corrompe la mente. Chi si masturba può iniziare a considerare gli altri come oggetti sessuali, mezzi con cui soddisfare i propri desideri. Il sesso non è più un’espressione di amore, ma un modo per provare piacere momentaneo e dare sfogo ai propri impulsi. Ma si tratta di un appagamento fugace. In realtà, invece di ‘far morire le membra del corpo rispetto a fornicazione, impurità [e indebito] appetito sessuale’, la masturbazione le eccita." "Mantenetevi nell'amore di Dio" edito nel 2008 pagina 218

[87] "Le istruzioni, l’incoraggiamento e i consigli che gli anziani danno ai compagni di fede sono tratti direttamente dalle Scritture o comunque basati sui princìpi biblici. [...] Queste non sono forse buone ragioni per essere “ubbidienti a quelli che prendono la direttiva”?" Torre di Guardia del 15 novembre 2013 pagina 22

 

"Che dire però se in un particolare caso non siamo convinti che quella indicata dagli anziani sia la cosa migliore da fare? È qui che entra in gioco la sottomissione. È facile ubbidire quando tutto ci è chiaro e siamo d’accordo con le decisioni prese, ma mostreremo di essere veramente sottomessi se saremo arrendevoli anche quando non comprendiamo la direttiva impartita." Torre di Guardia del 1° aprile 2007 pagina 28

 

"Come possiamo mostrare gratitudine e considerazione agli anziani — o sorveglianti — della congregazione? [...] ...dobbiamo ubbidire loro ed essere sottomessi e arrendevoli nei loro confronti." Torre di Guardia del 15 marzo 2002 pagina 15

 

[88] "Similmente i fratelli che pronunciano discorsi pubblici ricevono uno schema da seguire. Gli schemi consentono una certa flessibilità, ma indicano chiaramente i punti principali da sviluppare, gli argomenti a sostegno e le scritture su cui è imperniato il discorso. Imparare a insegnare usando come base il materiale assegnato è importante per poter ricevere ulteriori privilegi come oratori." "Traete beneficio dalla Scuola di Ministero Teocratico" edito nel 2001 pagina 235

[89] "Per esempio, qualcuno potrebbe criticare il modo in cui un anziano svolge le parti nella congregazione o adempie le sue mansioni. Se diamo retta al lamentatore, potremmo cominciare a pensare come lui. Forse prima che nella nostra mente fosse piantato il seme del malcontento il modo di agire di quell’anziano non ci dava fastidio, ma ora sì. Alla fine nulla di ciò che fa ci va bene, e anche noi potremmo cominciare a lamentarci di lui. Questo modo di agire non dovrebbe esistere in una congregazione del popolo di Geova." Torre di Guardia del 15 novembre 2002 pagina 17

 

"Evitiamo così di assumere un atteggiamento critico verso coloro che ricoprono incarichi di responsabilità nella congregazione. [...] È vero che la congregazione è composta di esseri umani imperfetti. Quelli che prestano servizio come anziani fanno errori che a volte possono influire su di noi a livello personale. Nondimeno Geova impiega tali uomini come pastori del gregge. Uomini e donne dalla mentalità spirituale riconoscono che questo è uno dei mezzi di cui Geova si serve per guidare il suo popolo. Perciò, quali cristiani, evitiamo di avere uno spirito critico e lamentatore, e mostriamo rispetto per le disposizioni teocratiche." Torre di Guardia del 15 giugno 2001 pagine 20-21

 

[90] "Nei nostri giorni ci sono stati casi sporadici di servitori di Dio che, scontenti di qualche aspetto dell’insegnamento cristiano, hanno mormorato contro la parte terrena dell’organizzazione di Geova. Perché succede questo? Spesso perché non si comprende il modo di agire di Dio. Il Creatore rivela la verità ai suoi servitori in maniera progressiva. Perciò è naturale che di tanto in tanto il nostro intendimento delle Scritture si raffini. La stragrande maggioranza dei servitori di Geova è contenta di questi raffinamenti. Alcuni invece diventano ‘troppo giusti’ e si risentono a motivo dei cambiamenti. Il problema può essere l’orgoglio, o per qualcuno la trappola dello spirito di indipendenza. A prescindere dalla ragione, questi mormorii sono pericolosi perché possono trascinarci di nuovo nel mondo e nelle sue vie." Torre di Guardia del 15 luglio 2006 pagina 22

 

"Quando ci troviamo di fronte a spiegazioni o raffinamenti nell’intendimento delle Scritture che dapprima ci è difficile accettare, non sarebbe meglio imitare l’atteggiamento di Pietro? Sarebbe davvero stolto smettere di servire Geova o parlare contro il “modello di sane parole” solo perché sulle prime alcune cose sono difficili da capire!" Torre di Guardia del 1° settembre 2000 pagina 10 

 

"Ma se non capissimo pienamente certi passi biblici o certe spiegazioni contenute nelle pubblicazioni della Società, avremmo ragione di divenire impazienti? La cosa più saggia è attendere il tempo stabilito da Geova per rendere chiare le cose. [...] ...dobbiamo comprendere che Geova Dio rivela le sue questioni confidenziali al tempo che lui ritiene opportuno. Per questo ha autorizzato uno “schiavo fedele e discreto” a provvedere al Suo popolo “cibo [spirituale] a suo tempo”. Non abbiamo quindi nessuna ragione di preoccuparci più di tanto, o addirittura di agitarci, per il fatto che certe cose non sono state pienamente spiegate." Torre di Guardia del 1° ottobre 1999 pagina 5

 

[91] "In tutta la terra, i servitori di Geova ricevono abbondante istruzione spirituale e incoraggiamento alle adunanze di congregazione, alle assemblee e attraverso le pubblicazioni prodotte dalla Sua organizzazione. Geova provvede ciò che è necessario attraverso la guida del suo spirito santo e la sua Parola di verità affinché tutti i suoi servitori siano “perfettamente uniti nella stessa mente e nello stesso pensiero” e rimangano “stabili nella fede”. [...] Quindi lo “schiavo fedele e discreto” non approva pubblicazioni, riunioni, o siti Web che non siano prodotti o organizzati sotto la sua supervisione." Ministero del Regno settembre 2007 pagina 3

[92] "Se si commette una grave trasgressione, non ci sono dubbi su cosa è giusto fare. È il momento di chiedere aiuto agli anziani cristiani. Geova ha preso un provvedimento ben preciso per i casi di grave malattia spirituale. Non permettete che il timore di essere disciplinati o corretti vi impedisca di aver cura della vostra salute spirituale." Torre di Guardia del 15 dicembre 2008 pagina 11

 

"Alcuni che hanno peccato potrebbero pensare: ‘Se ne parlo a qualcuno, forse dovrò rispondere a domande imbarazzanti e potrei essere disassociato. Se invece me ne sto zitto posso evitare queste cose e nella congregazione nessuno verrà mai a sapere dell’accaduto’. Un ragionamento del genere trascura alcuni importanti fattori. Quali? [...] Se si commette un peccato grave, come si può ricevere la misericordia di Dio se si cerca di nasconderlo? Geova sa cosa è successo e lui non ignora la trasgressione. Se avete commesso un peccato grave la confessione può aiutarvi a riacquistare una buona coscienza. Ma se non confessate potreste arrivare a corrompere la vostra coscienza e questo potrebbe portarvi a commettere altri peccati. [...] Geova non benedirà nessuno che nasconda peccati gravi e cerchi ugualmente di restare nella pura congregazione cristiana. Perciò se siete caduti nel peccato e volete fare ciò che è giusto non esitate a fare un’onesta confessione. Altrimenti avrete rimorsi di coscienza, specialmente quando leggerete o ascolterete consigli su questioni così gravi. [...] Cosa dovrebbe fare allora un trasgressore pentito? [...] Parlare con gli anziani è uno dei modi in cui un individuo può ‘produrre frutto degno di pentimento’." Torre di Guardia del 15 novembre 2006 pagina 28

 

[93] "...Assistete regolarmente a tutte le adunanze, compreso lo studio di libro di congregazione? O riscontrate che è vostra abitudine perdere qualche adunanza? Quale posto hanno le adunanze nella vostra vita? State incoraggiando altri a venire regolarmente alle adunanze? Avete incoraggiato chi è stato presente alla Commemorazione a frequentare le adunanze in maniera regolare? [...] Anche se è comprensibile che di tanto in tanto un cristiano sia costretto a perdere un’adunanza per motivi di salute o per altre circostanze al di là del suo controllo, di certo questa non dovrebbe essere la sua abitudine. [...] Le adunanze sono fra le cose più importanti per un cristiano, e sono essenziali per il nostro benessere spirituale." Ministero del Regno maggio 1990 pagina 7

 

"Sforziamoci quindi di essere puntuali, perché se abbiamo l’abitudine di arrivare in ritardo perdiamo come minimo alcune delle “modifiche” spirituali di cui abbiamo bisogno per diventare servitori di Geova migliori." Torre di Guardia del 15 maggio 2012 pagina 25

 

"Un altro modo in cui manifestiamo buone maniere è arrivando puntuali alle adunanze. Bisogna ammettere che non è sempre facile riuscirci. Forse alcuni abitano lontano o hanno famiglie numerose. In alcune congregazioni, però, si è notato che ben il 25 per cento dei proclamatori arriva abitualmente dopo il cantico e la preghiera iniziali. Questo è grave. Facciamo bene a ricordare che avere buone maniere significa tener conto dei sentimenti altrui. Geova, il nostro benigno Padrone di casa, ha disposto queste feste spirituali a nostro beneficio. Essendo puntuali dimostriamo il nostro apprezzamento e interesse per i suoi sentimenti. Inoltre se arriviamo tardi alle adunanze distraiamo gli altri che sono già arrivati e in tal modo mostriamo loro mancanza di rispetto." Ministero del Regno agosto 2001 pagina 3

 

[94] "Preparatevi per le adunanze. Tramite la classe dello schiavo riceviamo “cibo a suo tempo”. Lo “schiavo” assolve il proprio compito provvedendo materiale per lo studio delle Scritture e stabilendo dei programmi in base ai quali tale materiale viene considerato alle adunanze. Quando “l’intera associazione dei fratelli” viene invitata a esaminare determinate informazioni, ciò viene fatto a ragion veduta. Facendo del nostro meglio per seguire i consigli che ci vengono dati cooperiamo con lo spirito santo." Torre di Guardia del 15 luglio 2010 pagina 23

 

"Di solito è più facile prestare attenzione alle adunanze se si è ben preparati. Perché allora non riservare del tempo per considerare in anticipo il materiale che sarà trattato? Ci vogliono solo pochi minuti al giorno per leggere parte dei capitoli assegnati per la lettura biblica settimanale e meditarvi sopra. Se ci organizziamo, possiamo anche trovare il tempo per prepararci per lo studio di libro di congregazione e per lo studio Torre di Guardia. Qualunque programma decidiamo di seguire, una cosa è certa: la preparazione ci aiuterà a prestare attenzione al materiale che sarà trattato alle adunanze di congregazione." Torre di Guardia del 15 settembre 2002 pagine 12-13

Studente Biblico

©2018 by Studente Biblico. Sito creato con Wix.com - eMail studentebiblico84@libero.it 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now